Feedback Master Class “La Voce dell’Anima”

AISHAAISHA CERAMI

Ho incontrato il mio sogno a quattro anni e mezzo, dopo aver assistito a una meravigliosa messa in scena del Vascello fantasma, alla Fenice di Venezia. Da allora ho lottato per realizzare il mio grande desiderio: cantare. Ho inciampato su ostacoli gravosi, ho sofferto, ho fallito e mi sono rialzata. Ho incontrato ottimi insegnanti, ho frequentato il conservatorio, ho lavorato a teatro con musicisti eccelsi, ma per tanti anni mi sono trovata incapace di capire la mia voce. La mia vera voce. Il tempo, la paura, l’esistenza stessa aveva cambiato la mia “verità”.
Poi, nel mio percorso tortuoso, ho incontrato Silvia Rasconà. E non esagero nel dire che lei è stata la mia luce. Attraverso il suo metodo, ho ascoltato quello che era, un tempo, il mio vero talento. Attraverso il contatto con il corpo e con il respiro, Silvia mi ha pulito lo spirito “artista”. Dalla mia bocca è uscito un suono nuovo, bellissimo, sincero. Quello che la natura mi aveva donato e che la vita aveva tolto. Silvia non impone, non giudica, non resta in superficie. Ti guida, con discrezione ed esperienza, attraverso un percorso ben architettato. Usa l’istinto, perché è una donna sensibile e intelligente, ma, soprattutto, usa la sua incredibile tecnica, il suo metodo, che io definisco “magico”. Lei massaggia i muscoli della nostra anima, con la potenza del respiro e della consapevolezza. Con la cura che solo un grande “Maestro” può avere. Ecco, Silvia Rasconà è una donna che guarisce. E io non la ringrazierò mai abbastanza.

CAMILLACAMILLA CIMINELLI

“Che dire di Silvia?
E’ l’unica a cui ho affidato la mia voce complicata di cantante lirica che un giorno si sveglia e vuole cantare il folk/rock americano. Silvia è stata con me e la mia difficoltà di imparare un suono così nuovo e sostenerlo senza “spingere”, senza “girare”, e soprattutto senza faticare. Silvia mi ha insegnato a percepire che la voce è il prodotto morbido del dondolio dell’aria che naturalmente entra e naturalmente esce. E così, per “magia” di un’attenta respirazione e tantissimi e varissimi vocalizzi, ecco che il suono è rotondo, pulito, mai urlato, pronto a sferzare acuti taglienti (sicuri) ma anche a sussurrare emozioni agrodolci.
E così, per “magia” di Silvia, oggi canto Joni Mitchell con tutto il fiato e l’anima che ho”.

CLAUDIACLAUDIA CAPORALETTI

Una maestra dalla voce incantevole e sensibile, che sperimenta una tecnica con la quale si arriva a scoprire la voce vera, la tua, quella che viene da giù, dal profondo…

Poi ti viene voglia di tuffartici dentro!

ELEONORAELEONORA BIANCHINI

Silvia Rasconà è una dottoressa della voce che si collega all’anima, grazie alla sua tecnica riesce a farti percepire sensorialmente ogni piccola parte della tua voce, tirandone fuori l’istinto

ILARIAILARIA VIOLA

Quando la mattina entro in accademia metto gli allievi a semicerchio, comincio i primi esercizi di riscaldamento e subito mi accorgo: “Avete avuto la Rasconà prima di me eh?” E mi sento sollevata. Il lavoro sulle loro voci è semplificato, avviato. Ogni allievo somatizza la tensione in muscoli diversi, ma dopo una lezione con Silvia magicamente sono posizionati, distesi, e sembrano avere un contatto diretto con la famosa “colonna d’aria” che così faticosamente riusciamo a visualizzare. E’ come se il loro diaframma divenisse magicamente un muscolo volontario gestito dalla consapevolezza inconsapevole del corpo. Silvia Rasconà vince perché ha cercato e costruito con anni di esperienza un metodo che risulta essere il perfetto connubio tra scientificità della tecnica e meditazione dinamica.

ROBERTA

ROBERTA RONCONI

Lavorare con Silvia vuol dire capire che la voce non è solo aria e corde che vibrano. Ma anche ricerca, respiro, emozione, un po’ di sofferenza e amore della verità.

SERENASERENA ALLEGRUCCI

Ero impregnata da credenze inutili sulla voce e tutto pensavo tranne di essere così lontana dall’emozionarmi cantando, e ovviamente lontana dall’emozionare, chi mi ascoltava!! La cosa che mi ha sconvolta è stata il primo ascolto, quello in cui sentii la differenza: non credevo possibile poter abituare l’orecchio a percepire solo in un modo. Quando si dice “sentiamo solo quello che vogliamo sentire”… Perché è questo quello che ha cambiato il modo di relazionarmi con la mia voce, ed è stato davvero molto INTERESSANTE: all’inizio non capivo cosa stesse succedendo, le mie orecchie erano come atrofizzate dalla troppa ricerca di un suono particolare (vizio che ci viene inculcato nostro malgrado, perché se non hai una voce graffiata e particolare non sei nessuno) e forse anche dalla paura che io potessi scavare troppo a fondo dentro di me con una canzone e toccare corde che avevo sepolto e nascosto.
Quando Silvia mi ha fatto sentire quanto forte e comunicativa potesse essere la mia voce naturale, non mi sono accorta della sua potenza e meraviglia: mi sembrava molto imprecisa, sporca e tanto meno bella. Quindi sono partita scoraggiata. Però ho notato successivamente, quanto fosse cambiata la percezione di me stessa e di come potevo cantare. La mia nuova voce era altro, aveva una qualità che non avevo sentito, ne’ percepito mai in vita mia: era SEMPLICE e con semplicità mi muoveva dentro, mi scombussolava e finivo ogni volta per piangere, riuscivo a malapena a cantare un verso. Succedeva perché per una volta avevo lasciato parlare la mia vera voce e non quella piena di estetismi inutili e finti, ma quella che VOLEVA PARLARE.. Mi sentivo riconnessa con la parte di me che ha scelto di cantare,  COMUNICARE.. E cosa c’è di meglio che farlo come se fosse la cosa più naturale dell’universo? Perché infondo lo è. E, anche se ci sto ancora lavorando, ho iniziato a capire quanto bello possa essere parlare cantando, raccontare storie, le mie storie. Il metodo è davvero “rivoluzionario”, non per esagerare, lo credo fermamente. Ti riconnette con ciò che di più intimo hai dentro, ti fa scegliere chi vuoi essere senza obbligarti a cantare soltanto in un modo, facendoti vedere che c’è ALTRO, e ti toglie abitudini sbagliate che non ti permettono di capire cosa vuoi fare della tua voce. Ma credo anche profondamente che se non fosse stato per Silvia poteva essere il metodo migliore del mondo ma non avrebbe funzionato con una capocciona come me. È proprio vero che il potere della bacchetta magica sta in chi la usa! E FIDATEVI.. Anche se pensate di essere impeccabili, di sentire già la vostra centratura tra voce e cuore, c’è almeno il doppio del tragitto che potete ancora fare con questo metodo. E se già siete grandi così immaginate dopo. Non tanto per chi vi ascolta ma per voi stessi, e di conseguenza anche per quelli a cui è destinato il vostro messaggio, almeno per me è stato così. E lasciatevi dire una cosa: Avete proprio bisogno di… Silvia Rasconà.

11403030_10207267866919118_790075632807871209_nGIULIA DI TOMMASO

Durante il mio percorso formativo ho avuto la fortuna di conoscere Silvia Rasconà che con la sua dolcezza e professionalità mi ha dato una visione del tutto diversa del canto rispetto a quella piena di cliché che conoscevo io. Grazie alle sue lezioni ho capito che il canto è libertà e la nostra voce ha bisogno di uscire per quella che è, molto spesso riempiamo il nostro corpo di inutili tensioni che impediscono tutto questo. In ogni incontro acquisivo consapevolezze maggiori, ancora ricordo la mia prova più grande nella quale, oltre a dover sentire la totale libertà dal peso del mio corpo, doveva coinvolgere la fiducia verso i miei compagni. Avevo paura ma Silvia con la sua comprensione, determinazione e con il suo sorriso mi ha invitato a provare dicendomi che ne sarebbe valsa la pena. Fu proprio così, riuscii a trovare quella libertà e riuscii a fidarmi dei miei compagni. Ho i brividi al solo pensiero. Ringrazio Silvia Rasconà e sono pienamente convinta che ognuno di noi abbia bisogno delle sue lezioni!

FERRETTIFLAVIA FERRETTI

La prima cosa che mi viene in mente pensando a Silvia, è quanto io sia stata fortunata a incontrare la persona giusta al momento giusto. Il mio percorso formativo nel canto era appena cominciato, ogni volta che dovevo esibirmi ero sempre agitata perché temevo di dover dimostrare qualcosa a chi mi sentiva, ma la mia apprensione derivava dal non sapere esattamente cosa dovessi dimostrare. Nelle lezioni con Silvia ho trovato la chiave: innanzitutto, mi sono resa conto che non trovavo risposta semplicemente perché mi ero posta le domande sbagliate; e la soluzione era così ovvia che l’avevo scartata ancora prima di prenderla in esame: dovevo trovare me stessa, visualizzare le paure, i blocchi, le tensioni, e “soffiarli fuori”. Affrontandoli e cominciando a scavare, non senza difficoltà e a volte lacrime, piano piano si è fatta avanti una luce, ed è stato quello il momento in cui ho capito che stavo andando nella direzione giusta: ero stata talmente ansiosa di affrontare il canto che avevo dimenticato cosa c’era in mezzo. Io. Le mie emozioni. Il mio respiro. Grazie Silvia, per la dolcezza, la pazienza, il tempo che ci hai dedicato, ma soprattutto per avermi fatto capire che la bellezza del canto è anche in tutto ciò che viene prima.

DANIELA ORECCHIA

danielaorecchiaNon sono una cantante di professione ma amo la musica e mi piace cantare. Silvia mi fa respirare. Per qualche ora lo fa. Riassesta la mia faccia e mette le guance nel posto in cui devono stare. Mi indica dove si trova la mia “AAAAAAA…” o la mia “OOOOOO…”. Libera la mia pancia ed intima di uscire dalla stanza a quel vecchio insopportabile del Signor Autocontrollo. Mi strucca, mi spiazza in un mare di comunicazione. La sua semplicità è difficile da raggiungere ma brilla e si vede. E se penso a quello che c’è di NUOVO nel mio canto, la mia mente va decisamente oltre quella patina pesante che spesso si posa sulle spalle, se penso che in ogni momento e in ogni luogo c’è qualcosa di FRESCO che aspetta di nutrire il mio spirito allora il mio respiro si innalza, si allarga e si allunga precedendone sempre un altro. E tutto questo e molto INTERESSANTE!

grace serafiniGRACE SERAFINI

Silvia has introduced methods to work on my voice which have awakened a sense of spiritual connection. It has been the first time I’ve felt that certain blockages have been dealt with and that someone could have so delicately managed to make me feel taken care of vocally in such an effective and new way. I’ve immediately seen the positive results during my first lesson, and the experimentations done while experiencing her teachings have made me better as a trainee. What I’ve learned is that if a person can truly trust someone for a vocal training, that is Silvia. I made myself be led by her and what was outstanding was that my voice immediately responded to her directions in a very pleasant and natural way. Thank you, Silvia

1044737_10201474196527003_32945707_nERICA PETRI

Suoni, colori, luci e poesia.
Scoprirsi come tutto e come parte del tutto, un gioco che permette di assaporare il mondo con lo stesso stupore di un bambino.
Questa è arte.

edonEDOARDO CARUSO

Quando due anni fa decisi improvvisamente di avvicinarmi alla musica e esserne parte attiva ,ero in realtà totalmente inconsapevole di cosa fosse,quasi totalmente ignorante rispetto ad essa e pressoché stonato.
Provai lo stesso,era una delle tante cose che volevo fare,avevo aspettative inizialmente abbastanza elevate e non poca determinazione.
Un maestro  mi avviò ed iniziò ad educare il mio orecchio alle note, e ciò costituisce solo la prima parte del percorso.
Dopo alcuni mesi  fui affidato a Silvia e sperimentai il suo metodo , fu un inizio molto difficile a causa delle mie difficoltà personali a recepire qualcosa di  totalmente nuovo… ma la mia insegnante da subito  si è rivelata piena di risorse ed è sempre riuscita a trovare un filo conduttore da seguire per farmi progredire,anche dal punto di vista personale…e ce ne sono stati di progressi.
Ogni volta che c’era un progresso nel mio percorso, suonava e suona ancora magico, dato che il mio orecchio, aveva e ha in parte, ancora grossi limiti
di percezione distinta del suono.
Ciò che faceva  e continua a fare Silvia non è solo correggere il mio udito e migliorare la mia percezione del suono ma è insegnarmi a SENTIRE veramente la musica….
Chi suona o canta o è appassionato di musica sa di quale sensazione fantastica parlo,quella sensazione quasi fisica che ti pervade da fuori a dentro,e ti fa sentire vivo.
Nel caso in cui non dovessi riuscire nel mio intento di cantare alla fine di questo percorso ringrazio lo stesso Silvia per tutto ciò che mi ha trasmesso durante questi anni come insegnante e come essere umano.

12745914_10207960961409234_7544376694041899120_nANASTASIA CONTINO

Un preziosissimo e magnifico percorso che mi ha aiutato a “lottare” contro tutte le mie paure ed insicurezze più nascoste. Silvia riesce a scioglierti i nodi più duri, a renderti consapevole del proprio corpo in tutte le sue parti, consapevolezza indispensabile per una corretta gestione della voce.
Un bagaglio di tecniche preziosissime che unite alla sua straordinaria sensibilità, riescono ogni volta a liberarmi da tutte le tensioni per arrivare a “toccare”, nel profondo, la parte più bella e più sincera della mia voce.
La sensazione ad oggi è quella di avere una voce che riesce a spaziare liberamente, una voce più piena, squillante e ancorata, una voce pura, che non ha più paura di uscire fuori.
Silvia mi ha insegnato che interpretare significa rendere propria una canzone, vestirla perfettamente, creando dentro di noi delle immagini che sono parte integrante delle nostre esperienze di vita. Ed è proprio così che riusciamo a rendere nostra una canzone, colorando la voce di mille autentiche emozioni.
Un percorso dunque dalle mille sfaccettature, che tocca corpo, mente e anima…come tanti pezzetti di un puzzle che uniti creano un quadro perfetto, una perfetta armonia.
In un certo senso Silvia ti insegna, perchè no…a volare!
Non smetterò mai di ringraziarla.
21245355_10212424704526474_2041850323_nPAOLA TARANTINO
Studiare con Silvia è un’esperienza speciale e profonda. Per cantare, lei dice, corpo-mente-anima devono diventare un tutt’uno; questa la premessa che prevede che nulla è scontato, ma non è affatto scontato che lo sia. Il processo di conoscenza del mio strumento vocale, migliorare la sua espressività e l’uso corretto che ne faccio, con Silvia è una costante scoperta. Mi commuovo sempre molto durante le lezioni con lei, prendere consapevolezza delle potenzialità della mia voce, imparare ad apprezzarla sempre di più e acquisire la tecnica che mi trasmette e il pensiero che mi invita a sviluppare è un’esperienza artistica unica e per me necessaria. La mia più grande difficoltà è mettermi da parte, come artista e come persona, lasciare che le emozioni e il suono escano senza interferenze, rimanere connessa alle radici e al diaframma sempre, non avere paura di sbagliare. Studiando con Silvia questo “lasciare andare” mi appare possibile e sono certa di ottenere i risultati che desidero ottenere.
Paola Tarantino.
WhatsApp Image 2017-09-08 at 00.30.55 (1)VALERIA SPERANDINI
Ho avuto l’opportunità di affrontare le prime esperienze nello studio del canto insieme a Silvia e non potevo immaginare quanto questo fosse legato e vicino a tutto il nostro corpo.
Grazie al suo metodo e alle sue lezioni sto iniziando, pian piano, a conoscere parti di me delle quali non avevo assolutamente controllo .
E’ riuscita a liberarmi da tensioni, non solo fisiche, ma anche emotive, permettendo al mio corpo di sentirsi più leggero e rilassato.
Con le sue tecniche ho iniziato a percepire quanto il flusso dell’aria all’interno di noi possa essere profondo e non limitato ad un respiro corto e superficiale, riuscendo a sentirmi, come spesso ricorda Silvia, “respirata”.
Tutto questo mi sta aiutando non solo a scoprire la mia vera voce, libera da tensioni, ma anche a trovare all’interno di ogni parola che canto la giusta emozione con la quale interpretarla.
Grazie a Silvia sto scoprendo quanto il canto può darmi.